Stare in coppia

Ognuno di noi è al centro del proprio mondo, al centro di una sua bolla di interessi, pensieri, emozioni e tanto altro. Questa bolla è essenziale per il benessere di ciascuno di noi, poiché permette di identificare i propri confini e ascoltare i propri bisogni. Ma cosa succede quando due mondi entrano in contatto e formano una coppia?

La fase di innamoramento

Spesso, in coppia, c’è la tendenza a fondersi con il partner. Questo meccanismo risulta molto utile all’inizio della relazione, nella cosiddetta fase di innamoramento. In questa fase, infatti, i partner tendono ad idealizzare l’altro, il quale risulta quasi perfetto. Si tratta di una fase creativa e piacevole, ma piena di illusioni e aspettative che non possono durare per sempre.

Mano  a mano che la relazione procede, è necessario che ciascun partner affronti le illusioni che si era creato e torni a riconoscersi come individuo separato dall’altro. In questa fase, se i partner riescono a superare le divergenze, la coppia potrà continuare la propria relazione che ne uscirà più forte di prima.

Paura di lasciarsi

A volte, però, può succedere che i due partner abbiano paura ad affrontare i problemi e i litigi che seguono questa disillusione e che potrebbero portare la coppia a lasciarsi.

Il rischio, in questo caso, è che uno dei due partner decida di andare incontro alle esigenze dell’altro per mantenere la gioia e la pace vissute fino a quel momento. Questo può portarlo nel tempo ad annullare la propria personalità per far spazio all’altro, trasferendosi nella bolla del partner e dimenticandosi del proprio mondo interno. Questo è ciò che succede, ad esempio, quando uno dei partner convince l’altro ad abbandonare passioni, amicizie, attività.

Smettere di fare ciò che ci piace (specialmente se pressati dalle richieste di un’altra persona) può portare soltanto a rendere la propria vita più noiosa e pesante, rendendoci meno interessanti sia per noi stessi che per gli altri (partner incluso).

Cosa significa stare in coppia?

Stare in coppia significa quindi costruire insieme una nuova bolla, un luogo dove incontrarsi, condividere e creare qualcosa di nuovo e interessante per entrambi. Questo non significa abbandonare la propria bolla, ma semplicemente aggiungere la possibilità di uno spazio condiviso in cui crescere insieme, confrontandosi con un mondo diverso dal proprio, ma altrettanto interessante. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.